Il PDlab è un'Associazione scientifica, dotata di due centri clinici a Parma e Milano, che ha come obiettivi la cura, la ricerca, la formazione sui Disturbi di Personalità. L’associazione è formata da medici psichiatri, psicologi e psicoterapeuti presenti in varie città italiane, interessati allo studio della personalità e al trattamento dei suoi disturbi. E' attiva dal 2009 e i clinici che operano all'interno dell'associazione applicano la Transference Focused Psychotherapy, secondo il modello delle relazioni oggettuali: un trattamento psicodinamico intensivo per pazienti borderline e altri disturbi di personalità, organizzato e implementato dal Personality Disorders Institute del Weill Medical College e dal Personality Studies Institute, di New York, diretti da Otto F. Kernberg. Il PDlab fa parte di un network di istituzioni clinico-scientifiche, che condividono l'applicazione della TFP.

Area per i professionisti

Sei un professionista?

Clicca qui

Area per il pubblico

Sei un privato?

Clicca qui

NEWS

In questo contributo, Diana Diamond e colleghi, propongono una panoramica della psicoterapia focalizzata sul transfert per pazienti con narcisismo patologico e disturbo narcisistico di personalità (TFP-N).
La ricerca empirica nell’ambito del narcisismo patologico (NP) e del disturbo narcisistico di personalità (DNP) può essere paragonata all’avventurarsi in un “campo minato”. L’approccio strutturale al DNP proposto dalla teoria moderna delle relazioni oggettuali (Object Relations Theory, ORT) fornisce una cornice teorica utile alla classificazione del DNP.
In questo contributo, Hopwood e colleghi riflettono sulla necessità di un approccio dimensionale alla diagnosi di personalità patologica.
Un prezioso contributo di John Steiner riguarda una particolare condizione psichica da lui definita “i rifugi della mente” di cui offre una descrizione clinica, un modello teorico e una riflessione sulla tecnica dell’interpretazione.
In questo lavoro, Fonagy e Campbell suggeriscono due aree di sviluppo futuro nel campo della patologia della personalità.
In circostanze ottimali, l'adolescenza è un periodo esaltante della vita, un periodo di espansione personale in nuovi territori di conoscenza e abilità, interessi e sogni, che preparano l'adolescente all'impegno maturo e alla soddisfazione nel lavoro, nell'amore e nel gioco. Tuttavia, questo periodo di sviluppo non è privo di sfide.
I sintomi del disturbo borderline di personalità (DBP) e del disturbo bipolare (DB) spesso si sovrappongono. In alcuni casi, è difficile formulare una diagnosi differenziale basata solo sui criteri diagnostici attuali. Pertanto, è importante trovare fattori clinici con alta specificità discriminatoria che, utilizzati insieme a interviste strutturate o semi-strutturate, potrebbero aiutare a migliorare la pratica diagnostica.
Nel modello teorico da cui deriva la TFP, si considera la scissione -insieme al suo corrispettivo descrittivo, la sindrome da dispersione dell’identità- come il marcatore del funzionamento psichico nella Organizzazione Borderline di Personalità.
Il nuovo ICD-11 introduce una classificazione completamente dimensionale dei disturbi di personalità che rappresenta un cambiamento fondamentale nella diagnosi di questi disturbi con importanti implicazioni per la pratica clinica e la ricerca.
La minaccia di suicidio e di comportamenti autodistruttivi è un evento molto intenso e drammatico nel trattamento dei pazienti borderline e rappresenta l’aspetto che più frequentemente porta il terapeuta a deviare dal proprio ruolo nella psicoterapia esplorativa.