ARTICOLO SCIENTIFICO: ICD-11 Personality Disorders: A Psychodynamic Perspective on Personality Functioning

Il nuovo ICD-11 introduce una classificazione completamente dimensionale dei disturbi di personalità che rappresenta un cambiamento fondamentale nella diagnosi di questi disturbi con importanti implicazioni per la pratica clinica e la ricerca.

Il nuovo sistema è incentrato sulla valutazione della gravità della compromissione nelle aree del funzionamento del sé e interpersonale. Tale focus sul funzionamento della personalità converge con concettualizzazioni psicoanalitiche/psicodinamiche di lunga data sulla patologia di personalità. In questo lavoro, Blüml e Doering, grazie a un'analisi teorica dettagliata e una revisione dei dati empirici esistenti, sono discussi in criticamente i punti di convergenza e le notevoli differenze tra i principali esponenti della tradizione psicodinamica - la teoria delle relazioni oggettuali come sviluppata da Kernberg e colleghi e la Diagnosi Psicodinamica Operazionalizzata - e il sistema ICD-11. Il funzionamento della personalità può essere considerato l'attuale "terreno comune" per la valutazione dei disturbi di personalità e costituisce un considerevole passo avanti nel rendere la diagnosi dei disturbi di personalità sia clinicamente significativa che adatta a scopi di ricerca.

FONTE: Blüml, V., & Doering, S. (2021). ICD-11 Personality Disorders: A Psychodynamic Perspective on Personality Functioning. Frontiers in Psychiatry12, 502.

Letto 173 volte